Alla scoperta di Napoli: il meglio della città partenopea

Napoli è un gioiello incastonato tra il mare ed il Vesuvio, un luogo pieno di storia e contraddizioni tutte da vivere. Ecco qualche itinerario da seguire.

Una città del Sud che vanta una millenaria storia di nobiltà e tradizioni popolari è senza dubbio Napoli. Una città dai passaggi segreti, vedute spettacolari e lenzuola stese. Visitarla è sempre una magia, in qualsiasi periodo dell’anno, ma i periodi in cui Napoli è ancora più bella sono quelli delle festività natalizie, per l’atmosfera che avvolge i vicoli affollati di San Gregorio Armeno, e in primavera, quando si alza una leggera brezza che invita a passeggiare e a scoprire le bellezze della città anche negli angoli più nascosti.

In giro per la città

Dal piazzale di Castel Sant’Elmo, la fortezza che domina la città dall’alto, si può ammirare Napoli per intero, proprio come diceva Pino Daniele in uno dei suoi brani più famosi. Basta affacciarsi al muretto e si riesce a vedere Spaccanapoli che taglia il centro in due, il Vesuvio sulla destra e uno spicchio di mare. Proprio da qui parte la scalinata più antica di Napoli, la Padamentina. Si tratta di quattrocento e più scalini costruiti nel 1300 con l’obiettivo di unire il Vomero al resto del centro abitato. La discesa costeggia orti e giardini della Certosa di San Martino offrendo vedute a dir poco spettacolari.

Il centro di Napoli andando per “scale”

Attraversando Corso Vittorio Emanuele sono davvero tanti i dettagli che rapiscono l’attenzione del turista e lo invitano a scattare qualche fotografia. A cominciare dai colori dei palazzetti liberty che degradano verso la collina, giallo e rosso pompeiano, o l’ampio lenzuolo azzurro steso ad asciugare all’aria e al sole (che qui non manca quasi mai). Arrivando giù dopo aver sceso rampe di scale, guardandosi indietro si scorge la Certosa in alto, proprio dove il sole tramonta. Poco più avanti, nascoste dietro un palazzo, partono le scale di Sant’Antonio ai Monti attraverso le quali si raggiunge in breve tempo il quartiere di Montesanto. Le scale di Napoli sono tante: le scale del Petraio, Calata San Francesco, la scala di San Pasquale, Salita Moiariello (che permette di arrivare a piedi a Capodimonte). Più di 200 percorsi pedonali naturali che negli ultimi anni sono stati oggetto di investimenti e recupero, per ridare a Napoli uno dei suoi tesori più preziosi.

Da non perdere a Napoli

Napoli è tutta un brulicare di vita, in qualsiasi momento la si visiti: ci sono luoghi da vedere assolutamente perché “raccontano” un po’ della storia di questa bellissima e contraddittoria città del Sud. Percorrendo via Duomo ci si trova dinanzi la maestosa Cattedrale con il Battistero: all’interno della Basilica si conservano le reliquie di San Gennaro. Da non perdere la visita al Maschio Angioino, il castello del 1200 costruito appunto dagli Angioini a difesa della città. Altra “perla” della città il Real Teatro San Carlo, fatto costruire per volontà di Carlo di Borbone nel 1737. Per fare un po’ di shopping si può percorrere l’elegante Galleria Umberto I guardando le vetrine degli eleganti negozi prima di fermarsi a mangiare un’ottima pizza oppure un caffè in uno dei bar più rinomati, il “Gambrinus”.