Organizzare un viaggio studio-lavoro all’estero

Un viaggio studio-lavoro è un’ottima opportunità per fare nuove esperienze, conoscere culture e luoghi diversi, apprendere nuove lingue e con un po’ di fortuna trovare anche un nuovo impiego.

Come organizzare un viaggio studio-lavoro all’estero?
Avete due opzioni. La prima è quella di rivolgervi ad agenzie ed associazioni che fanno da tramite con le scuole e le università straniere. Questa soluzione non è particolarmente economica, ma almeno vi permette di partire senza dover pensare a nulla per l’organizzazione del viaggio e della sistemazione. La seconda opzione prevede un’organizzazione del viaggio “fai da te”, meno dispendioso da un punto di vista economico ma più impegnativo. Potete alloggiare presso famiglie, college, campus universitari o appartamenti.

Se intendete seguire un corso all’estero presso scuole qualificate dovete scegliere innanzitutto un indirizzo, in modo da sfruttare al meglio le vostre abilità e qualifiche. Prima di scegliere leggete le recensioni delle varie scuole, diffidando delle offerte eccessivamente economiche. Le varie scuole offrono corsi di gruppo o corsi individuali, di tipo standard ed intensivo. A vostra disposizione c’è un ventaglio molto ampio di offerte, dovete scegliere quella più indicata in base alle vostre esigenze e necessità. Un altro consiglio che vi do è quello di partire singolarmente. In questo modo sarete più responsabilizzati, e soprattutto sarete “costretti” ad imparare la lingua sul posto per interagire con le altre persone.

Se la fortuna vi assiste troverete anche lavoro all’estero durante il vostro viaggio-studio. Potete dare uno sguardo ai siti istituzionali del paese che avete scelto, dove sono presenti anche le classifiche delle professioni maggiormente richieste. In alternativa potete lanciarvi in qualche stage presso aziende del posto, oppure cercare altre opportunità lavorative chiedendo informazioni in giro. Per non farsi trovare impreparati è opportuno avere con sé un curriculum vitae, che sia ovviamente stilato secondo gli standard del paese che andrete a visitare.

viaggio-studio

In tal caso sarà necessario procurarsi una traduzione curriculum in inglese, rivolgendosi ad un traduttore professionale. Qualunque sia il posto che andrete a visitare, è opportuno avere con sé un curriculum vitae in inglese, che rappresenta la lingua internazionale per eccellenza. I cv variano da paese a paese, quindi bisogna rivolgersi ad un traduttore esperto che sappia quali elementi mettere in risalto e come compilarlo. In Gran Bretagna per esempio è particolarmente apprezzata la lettera di presentazione, una sorta di introduzione personale che deve mettere in risalto le vostre precedenti esperienze, le vostre abilità, le vostre qualifiche ed i vostri punti di forza. Buon viaggio e buona fortuna!